Itinerari e turismo

  • Magica Venezia e le sue isole virtuose

    Venezia si sa non ha certo bisogno di essere presentata nè consigliata! Attrazione irresistibile, ai primissimi posti delle mete “uniche” più ambite dal turismo internazionale.

    Facile da raggiungere in treno in meno di un’ora da Conegliano (siamo soli 4 km dalla stazione). Treni frequenti tutto il giorno e anche di sera. Agevole meta giornaliera.

  • Treviso romantica e accogliente Facile da raggiungere in venti minuti di treno da Conegliano. Stessa linea (e direzione) per Venezia. Non affollata. Decisamente meno turistica di Venezia. Angoli di grande suggestione da scoprire a piedi percorrendo il suo centro storico dentro le mura. Cucina tipica per degustare i piatti tipici della Marca. Oasi naturalistica del Sile. Da Treviso, parte un itinerario straordinario da percorrere in auto, moto, bici e anche a piedi lungo il tortuoso verdissimo fiume Sile dove la fauna è protetta.

  • Asolo & shopping A mezz’ora di auto. Qui, si respira la storia. La struttura inerpicata dell’antico borgo e la sua rocca, il paesaggio e la vista circostante, stimolano lo shopping nelle tante botteghe di artigianato e di prodotti raffinati, originali, rari, di grande qualità.

  • Cortina Regina delle Dolomiti… e della mondanità A un’ora di auto. Si può ammirare la sua conca naturale, unica. Le enormi pareti di roccia del Pò Magagnon che diventano rosse al tramonto. Da sapere, continua ad essere la meta di Vip e personaggi noti provenienti da tutto il mondo. Tanti sentieri per lunghe o brevi camminate vi attendono.

  • I percorsi della Grande Guerra A pochi km da qui, si trovano il Piave “Fiume sacro della Patria” (Museo-Ossario di Nervesa), il Montello (Cippo Francesco Baracca), il Monte Grappa (Ossario-Museo, gallerie-trincee), Vittorio Veneto (Mueo della Guerra): luoghi di accanite ripetute battaglie il cui fronte si estendeva fino a Fagarè (Tempio-Ossario di Fagarè). Territorio dove si possono visitare oltre agli Ossari, cippi, fortini, trincee, gallerie e camminamenti scavati dai soldati nella roccia che testimoniano ancor oggi in modo straordinario ed efficace gli eventi bellici dal 1915 al 1918. Anche Ca’ Milone fu teatro di guerra…lo scoprirete quando sarete qui.

  • Strada del Prosecco Usciti dal nostro cancello, direzione San Pietro di Feletto, vi troverete già a percorrere i 35 km che attraversano colline verdissime e lungo i vigneti dai quali nasce il Prosecco, vi conducono a Valdobbiadene. È questa infatti la delimitata zona di produzione d.o.c.g. del Prosecco, vino sempre più conosciuto e apprezzato nel mondo, all’interno della quale si trova orgogliosamente l’ampia tenuta di Ca’ Milone.

  • Vendemmia è un evento e un itinerario. Itinerario perchè si può vederla e viverla anche percorrendo la Strada del Prosecco. A velocità di tratore però! Evento perchè è possibile a richiesta, parteciparvi e viverla nei nostri vigneti!

  • La Strada del Prosecco non vuol dire solo vino ma anche valorizzazione e tutela di un percorso: paesaggio fortunato, disseminato di flora e fauna abbondanti e variegati, borghi, ville e scorci saggiamente preservati e ancora: ricette, pietanze, sagre, tradizioni e riti contadini. Piccole scoperte, piccole sorprese da fotografare con gli occhi, portare a casa e conservare nel cuore come ricchezzada poter condividere con gli amici. È davvero pertinente dirvi che qui le emozioni si fanno…strada.

  • Scuola Enologica di Conegliano È una meta eno-culturale di grande importanza. ideale punto di partenza della Strada del Prosecco è anche soprattutto un importante punto di riferimento per produttori vinicoli ed enologici di tutto il mondo, dove molti si sono qui diplomati. Si tratta della più antica scuola enologica del mondo. È anche la più antica scuola italiana (1876). Ora è anche sede del corso di Laurea in Enologia aperta a studenti di tutti i Paesi del mondo. A richiesta si può visitare la sua antica stazione metereologica, l’aula magna interamente affrescata, l’aula di degustazione, la sala eventi, i laboratori, le serra, la cantina.

  • Congliano Anche Conegliano merita una visita: l’antico Duomo, la casa del pittore del ’400 Cima da Conegliano, le mura carraresi, il castello emblema della cittadina che domina la stessa, raggiungibile anche attraverso un interessante delizioso percorso unicamente pedonale.

  • Auto storiche Per i loro fortunati possessori, ci sono molti appuntamenti e raduni specifici. Uno di questi è il Rally del Prosecco che si tiene a settembre. Per chi vuol viaggiare da solo, molti sono gli itinerari particolarmente adatti a soddisfare sia il piacere della guida che quello del paesaggio. Per esempio, verso Vittorio Veneto, percorrendo i boschi del Cansiglio, per scendere dalla panoramica a picco sul Lago di Santa Croce e poi risalire da Faè verso la stretta gola che conduce alla diga del Vajont e poi proseguire per la Val Cellina dove si possono ammirare le limpide acque dell’omonimo fiume, in un emozionante percorso in mezzo alla roccia che scende fino a oltrepassare i confini col Friuli Venezia Giulia per giungere all’antica Maniago e rientrare a Cà Milone attraverso la pedemontana in direzione Caneva – Colle Umberto. Tutto ampiamente entro la stessa giornata… prendendosela con molta calma, preservando e rispettando “la vostra affascinante illustre signora”.

  • Golf Per gli appassionati praticanti di questo sport la scelta è ampia esattamente secondo i quattro punti cardinali… Golf Club Cansiglio a Nord; Villa Condulmer a Sud; Asolo Golf Club a Ovest e Golf Club Castel d’Aviano ad Est. Tutti realizzati in contesti belli e anche molto diversi tra loro. Tutti raggiungibili in meno di un’ora di auto da qui.

  • Bici Già la nostra bella strada Provinciale Fellettana si presta a soddisfare questa passione, tant’è che sono frequenti i giri ciclistici ufficiali di categoria. Sia mountainbike che corsa. Anche il vicino Montello e la sua ragnatela di strade e silenziosi tratturi in mezzo ai boschi si abbina bene con gli amanti della due ruote. E per chi non si accontenta e vuole osare di più, ci sono percorsi in salita nell’enorme bosco del Cansiglio, fino a raggiungere punti dai quali l’osservazione si estende alla laguna veneziana. O lungo la tortuosa, stretta e ripidissima salita del Passo San Pellegrino che porta a stupende alture boschive alpestri, in vista di Belluno. Tutti itinerari fattibili in una mezza giornata o una giornata intera… dipende solo dalle vostre gambe!

  • Moto Vale quanto riportato per le bici con l’aggiunta di una puntata in Friuli: Aquileia (cittadina di epoca barbarica) – Grado (originariamente isola romanica, località balneare sin dagli anni ’50 e attuale) – San Daniele (patria del prosciutto e magnifica cittadina collinare) – Passariano (splendida Villa e sede museale) Fattibile in giornata. Un consiglio sopra tutti. Non correte! Prendete il vostro tempo. Da queste parti, vale la pena usare la vostra moto e …ogni tanto il cavalletto.

  • Elicottero Se siete piloti di elicottero; se vi piace semplicemente volare; se invece non avete mai volato e vi piacerebbe provare, è possibile atterrare e decollare da Cà Milone dove esiste una piazzola privata appositamente predisposta. Vi possiamo mettere in contatto con una compagnia di volo con la quale potrete pianificare e concordare direttamente un breve sorvolo turistico in questa splendida zona o un servizio eli taxi da qui per/da gli aeroporti di Trieste/ Venezia/ Treviso/ Verona/ Milano o altra destinazione.